Napoli, il belvedere di via Aniello Falcone diventa una discarica per ‘i resti’ della Movida


Napoli, il belvedere di via Aniello Falcone diventa una discarica per ‘i resti’ della Movida

Il degrado e l’incuria non risparmiano neanche i quartieri della Napoli bene.
Via Aniello Falcone, zona ricca di Napoli, che diventa di sera uno dei centri della movida napoletana, si ritrova ricolma di discariche a cielo aperto in quello che dovrebbe essere il belvedere, come mostrato anche dalle segnalazioni dei cittadini ai Verdi campani.
Carta, plastica e bottiglie di vetro sono i materiali principali che deturpano la strada creando un forte stato di degrado.
“Questo è il risultato di una cattiva gestione di una movida sfrenata ed eccessiva che crea disordini di ogni sorta, a partire dal parcheggio selvaggio, per finire, come si vede, nel ridurre la zona in una grande discarica. La gente viene qui a fare aperitivi e feste, beve, mangia e poi getta tutto giù, bicchieri di plastica, bottiglie di vetro, carte, involucri di plastica, come se utilizzassero una grande pattumiera. La zona è stata ripulita più volte eppure ogni volta ritornano a sporcare.
Anche l’immagine sana e bella della nostra città viene ogni giorno infangata sempre più dalla scelleratezza e dall’inciviltà, vedere così ridotto il belvedere di via Aniello Falcone fa piangere il cuore, è davvero vergognoso. Ci si può divertire la sera ma lo si può fare, e bisogna farlo, con civiltà, rispettando le regole, i residenti ed il territorio. Se manca la civiltà ed il rispetto delle regole allora bisogna intervenire duramente con controlli continui sia sui tanti baretti che animano la movida, sia sui tanti giovani che frequentano la zona di sera. È assolutamente necessario e primario ripristinare il decoro, l’ordine ed il rispetto delle regole perché via Aniello falcone non può restare regno di disordini.” – sono state le parole del Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e di Gianni Caselli, Consigliere del sole che ride della Municipalità I.
Cronache della Campania@2020

Fonte


Ti piace? Condividi con i tuoi amici!