Categorie
Primo Piano Ultime Notizie

Sanremo 2020, vetrina nazionale Premio Lucio Dalla Luca Maris tra gli invitati

Nello storico e prestigioso Palazzo Roverizio, a pochi passi dal celebre Teatro Ariston di Sanremo, vnerdì 7 febbraio (ore 20) si svolgerà la quarta Vetrina di Premio Lucio Dalla 2020 condotta dal patron Maurizio Meli. Un appuntamento sempre più ambito che vedrà, per questa edizione, la partecipazione del cantautore e produttore discografico Luca Maris.
Originario del Rione Salicelle di Afragola (Città Metropolitana di Napoli in Campania), Maris è reduce dal Festival di Napoli 2019 con il brano “Luntano senza e te”, con il quale gli è stato conferito il premio speciale “Tu si ‘na cosa grande” – INTENSITA’.
Luca Maris, è un volto pubblico assai noto non solo in Italia ma anche nel resto del mondo. E’ stato al primo posto nella classifica generale di iTunes Italia con il brano “Luna e sole” feat. Tony Esposito che ha venduto oltre 20.000 copie e per questa ragione, il brano è prossimo al disco d’oro digitale. Il brano è stato in classifica anche su Spotify Charts Italia e su Radio Airplay Italia, ha ottenuto più di 5 milioni di visualizzazioni su YouTube e ha scalato le classifiche di molti paesi come per esempio l’Olanda, la Germania, la Francia, Svizzera, Messico. Proprio da questo grande successo nasce questo prestigiosissimo invito alla Vetrina Nazionale Premio Lucio Dalla Sanremo 2020. Una nuova sfida per il cantautore che il 7 febbraio 2020, sarà tra gli artisti invitati e si esibirà alla serata dedicata al grande Lucio Dalla.
Questo nuovo successo arriva dopo un difficile periodo che il cantautore ha dovuto attraversare e che ora timidamente confessa di aver soferto di anoressia da stress.
“E’ stato un periodo terribile e per questa ragione vivo questo invito con una gioia enorme, quasi una rinascita. Al successo ventennale della mia carriera si aggiunge una doppia soddisfazione personale e professionale e per questo motivo desidero vivamente ringraziare Maurizio Meli, patron del Premio Lucio Dalla”.
Cronache della Campania@2019

Fonte