Categorie
Cronaca Cronaca Salerno Ultime Notizie

Whirlpool, a Napoli gli operai chiedono scusa per i disagi in città: distribuiti panettoni a passanti in via Toledo e a senzatetto

Chiedere scusa per i disagi, il traffico, i blocchi stradali e augurare ‘Buon Natale’: gli operai della Whirlpool di Napoli hanno manifestato cosi’, oggi, in via Toledo, partendo da piazza Trieste e Trento. “Un dono a Napoli dai lavoratori Whirlpool, ancora in lotta”, e’ scritto sul volantino che hanno distribuito ai passanti, intenti negli ultimi acquisti natalizi. Solo a gennaio, infatti, i 420 operai dello stabilimento di via Argine conosceranno davvero il loro destino lavorativo. Per ora, di certo, c’e’ solo che la multinazionale americana ha ritirato la cessione dell’azienda. Ed e’ questo – l’incertezza del futuro lavorativo – che gli operai della fabbrica di lavatrici hanno continuato a lottare. “Ci sono state strette di mano, inviti a non mollare, parole di solidarieta’ – racconta uno degli operai, Vincenzo Accurso – Sono stati tutti molto gentili mentre facevamo volantinaggio”. “Speravamo nel calore della gente – sottolinea – questa citta’ sa sempre meravigliarti, vedere tutte quelle persone che ci hanno invitato a resistere ci ha dato la giusta carica. Noi non ci sentiamo soli”. Nella galleria Umberto I, gli operai hanno distribuito i panettoni anche ai senzatetto. “Per noi era importante fare qualcosa anche per loro – dice – perche’ sappiamo cosa si puo’ provare nel perdere tutto, abbiamo dato loro calore e vicinanza”. “Vogliamo ringraziare la citta’ di Napoli e tutti quelli che ci hanno sostenuto e ci stanno ancora dando forza in questa battaglia per il lavoro, per la dignita’ e per dare un futuro ai nostri figli, alle nostre famiglie e anche a tutto il territorio – c’e’ scritto sul volantino – Ci avete sopportato e supportato, nonostante i disagi che, inevitabilmente, abbiamo dovuto creare per far sentire la nostra voce e di questo vi ringraziamo con questo gesto semplice e simbolico”. “Nel 2020, a gennaio – evidenziano – scopriremo se il Governo, la Regione e il Comune, sono riusciti a far cambiare idea alla Whirlpool e ad accettare la linea del sindacato, di rispettare gli accordi e rilanciare il sito di Napoli”.
Cronache della Campania@2019

Fonte