Categorie
Cronaca Cronaca Salerno Ultime Notizie

Uto Ughi e Bruno Canino in concerto alla Basilica di San Domenico Maggiore, domenica 22 dicembre

Domenica 22 dicembre 2019 ore 20. Basilica di San Domenico Maggiore. Ingresso libero fino ad esaurimento posti
Uto Ughi e Bruno Canino tornano a esibirsi a Napoli domenica 22 dicembre per la II edizione del festival “Sacro Sud – Anime Salve 2.0”, diretto da Enzo Avitabile. Dalle ore 20 il duo presenta nel suggestivo scenario della Basilica di San Domenico Maggiore un concerto per violino e pianoforte di grande fascino. Tra i brani in scaletta: La Ciaccona in sol minore di Tomaso Antonio Vitali, Sonata in La maggiore di César Franck, Tzigane di Ravel, Suite popolare spagnola di Manuel De Falla, Introduzione e Rondò capriccioso in La minore per violino e pianoforte, op. 28 di Camille Saint-Saëns.
Uto Ughi e Bruno Canino formano da decenni una delle coppie più acclamate in ambito cameristico, esibendosi nelle più importanti sale da concerto e festival internazionali.
Erede della tradizione che ha visto nascere e fiorire in Italia le prime grandi scuole violinistiche, Uto Ughi (all’anagrafe Bruto Diodato Emilio Ugh) è certamente uno dei musicisti più amati dal grande pubblico, anche per le sue incursioni televisive e lezioni trasmesse sui canali satellitari di riferimento. Fin dalla prima infanzia ha mostrato uno straordinario talento: all’età di sette anni si è esibito per la prima volta in pubblico suonando Bach e Paganini. Ha iniziato le sue grandi tournèe esibendosi nelle più importanti capitali europee e da allora la sua carriera non ha conosciuto soste. Nel 1997 il Presidente della Repubblica gli ha conferito l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce per i suoi meriti artistici.
Bruno Canino ha studiato pianoforte e composizione presso i conservatori di Napoli e di Milano. Direttore artistico della GOG dal 1986 al 1995 vanta collaborazioni, oltre che con Uto Ughi, anche con Itzhak Perlman, Lynn Harrell, Salvatore Accardo, Viktoria Mullova e Antonio Ballista, con il quale ha festeggiato il sessantesimo di attività del duo pianistico protagonista di importanti prime assolute di composizioni del Novecento. È stato dal 1999 al 2002 direttore della Sezione Musica della Biennale di Venezia, essendosi dedicato particolarmente alla musica contemporanea: ha lavorato con Dallapiccola, Boulez, Berio, Ligeti, Maderna, Stockhausen, Bussotti. In carriera si è esibito con prestigiose orchestre quali la Filarmonica della Scala, Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Berliner Philharmoniker, New York Philharmonic, Philadelphia Orchestra, Orchestre National de France.
Il festival “Sacro Sud – AnimeSalve 2.0, organizzato da Black Tarantella e dall’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli e finanziata dalla Regione Campania (Fondi Poc 2014/2020), porterà fino al 6 gennaio in 7 chiese della città di Napoli, dal centro alle periferie, spettacoli ad ingresso gratuito con artisti provenienti da Mali, Marocco, Madagascar, Pakistan, Iran, India, Portogallo, Turchia, Usa e Italia. Per un grande incontro di musica, arte, danza e poesia.
Cronache della Campania@2019

Fonte