Categorie
Quartieri di Napoli Ultime Notizie

Napoli, villa Floridiana: anche oggi è rimasta chiusa

Gennaro Capodanno, ingegnere, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione del Vomero, il quale, in queste festività natalizie, ancora una votla sta seguendo in prima persona le annose quanto emblematiche vicende della villa Floridiana, unico parco a verde pubblico a disposizione dei circa 50mila residenti del quartiere Vomero, chiuso al pubblico dal 23 dicembre scorso, conferma la nuova data del flash mob di protesta, che si terra sabato 4 gennaio, alle ore 12:00, dinanzi ai cancelli di via Cimarosa.
” Le speranze che il parco e l’annesso museo Duca di Martina possano essere riaperti a breve sono oramai ridotte al lumicino – sottolinea Capodanno-. Vero è che ieri, sulla pagina internet del Polo museale della Campania veniva riportato al riguardo quanto segue: “Su autorizzazione del Direttore del Museo Duca di Martina e Parco Floridiana si procede alla chiusura del parco e del museo per la caduta di alberi di grosso fusto sul prato centrale e nei viali principali fino al ripristino dello stato dei luoghi”, dizione che oggi è stata sostituita dalla seguente: “Dal 23 dicembre il Museo e il Parco della Floridiana sono chiusi al pubblico per la caduta di alberi d’alto fusto. Verranno riaperti non appena saranno eseguite le necessarie verifiche di sicurezza”, la qual cosa lascerebbe intravedere la possibilità che, una volta che fossero state eseguite le verifiche di sicurezza, parco e museo potrebbero essere riaperti al pubblico senza aspettare il “ripristino dello stato dei luoghi” che ovviamente richiederebbe molto più tempo ma, al momento, non si possono fare neppure previsioni su tempi d’intervento e data di riapertura al pubblico, in mancanza di ogni informazione al riguardo “.
” In verità – puntualizza Capodanno – da quanto si è potuto osservare stamattina, seppure solo dall’esterno, non si notavano persone al lavoro con le opportune attrezzature per eseguire le verifiche in questione e dunque la possibilità della riapertura a breve resta solo una lontana quanto improbabile speranza. Da qui la decisione di confermare il flash mob, anche dopo aver ascoltato le giuste proteste di tanti cittadini che anche stamattina, in una bella giornata con temperature primaverili, sono rimasti fuori dai cancelli: anziani, bambini accompagnati dalle mamme, intere famigliole ma anche numerosi turisti saliti al Vomero per ammirare le stupende quanto uniche collezioni di ceramiche custodite nelle sale del museo Duca di Martina, tutti accomunati dal disappunto e dalla rabbia per l’improvvisa chiusura del parco “.
Intanto lo stesso Capodanno conferma di aver inoltrato una nota di protesta indirizzata sia al Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, on. Dario Franceschini, sia al direttore del Polo museale della Campania, dott.ssa Anna Imponente, restando in attesa di una risposta alle tante domande poste, nota che nelle prossime ore sarà inviata anche al Presidente della Giunta regionale della Campania, al Sindaco di Napoli e altre autorità cittadine, auspicando un loro intervento immediato sulla vicenda, invitandoli, nel contempo, a partecipare al flash mob del 4 gennaio prossimo.
Cronache della Campania@2019

Fonte