Napoli, aveva un coltello da 20 centimetri il giovane bandito autore della rapina in piazza Carlo III


Napoli. E’ un pluripregiudicato, F.D., di venti anni, la persona arrestata dall’Unità Operativa Tutela Emergenze Sociali e Minori della Polizia Municipale di Napoli bloccato in flagranza di reato per aver commesso una rapina a mano armata all’interno di una tabaccheria del Corso Garibaldi a Napoli. La Polizia Municipale ha fornito una più dettagliata ricostruzione dell’accaduto. L’uomo intorno, alle 8 di oggi, giunto a bordo di uno scooter, nascosto da casco e scaldacollo, ha fatto irruzione nell’esercizio commerciale impugnando un coltello con una lama di circa 20 centimetri tentando di impossessarsi dell’incasso. Il titolare, accortosi di quanto stava per avvenire, si è opposto ingaggiando con il rapinatore una colluttazione nella quale F.D. lo ha colpito al fianco e al dorso con numerosi fendenti per poi tentare di fuggire. La commessa del negozio si è lanciata in strada per chiamare aiuto ed è stata raggiunta da un’autovettura dell’Unità Operativa Tutela Emergenze Sociali e Minori in transito che è immediatamente intervenuta raggiungendo il rapinatore uscito dal negozio. Il giovane stava tentava la fuga a bordo del motociclo. I poliziotti lo hanno immobilizzato difendendosi dalle aggressioni dell’uomo che ancora impugnava il coltello con il quale ha ferito alle mani uno dei due agenti. Solo la prontezza e il coraggio dei poliziotti ha consentito dopo non poco di ridurre l’uomo all’immobilità e di arrestarlo. Dalle verifiche è emerso che il ragazzo, dipendente da sostanze stupefacenti, ha numerosi precedenti per reati analoghi e contro la persona; è stato chiuso nel carcere di Poggioreale. Il tabaccaio vittima dell’aggressione è stato medicato per le numerose ferite da taglio riportate su fianco, dorso e mano destra (la prognosi è di 10 giorni).
Cronache della Campania@2019

Fonte


Ti piace? Condividi con i tuoi amici!