Categorie
Primo Piano Ultime Notizie

L’antica tombola napoletana nei vicoli di Bagnoli Irpino

La rappresentazione dell’antica tombola napoletana caratterizzera’ vicoli e stradine di Bagnoli Irpino (Avellino) con le installazioni dello scenografo e pittore Gennaro Vallifuoco in occasione di ‘Natale al Borgo’ che prendera’ il via il 20 dicembre. Vallifuoco e’ illustratore e autore di numerosi allestimenti scenici, cosi’ come del sipario dipinto del Teatro Gesualdo di Avellino e della prima immagine dedicata a #Giffoni50. Le installazioni della street art sono le illustrazioni del volume ‘Il presepe popolare napoletano’, edito da Einaudi, a firma di Roberto De Simone. Street art ma anche mercatini, food, artigianato e musica, in un mix di tradizione e spettacoli anche per i piu’ piccoli nel cartellone organizzato dal 20 dicembre all’Epifania dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con la Pro Loco ed il Consorzio Turistico. Tra i momenti clou il concerto di Natale dell’Orchestra del Conservatorio Cimarosa, la classica al Castello e poi gospel, pop e serata dj. Con la direzione artistica di Mario Pennella, l’evento rientra nel progetto ‘Il Nero di Bagnoli’ co-finanziato dalla Regione Campania. Domani il via alle 17:00 con l’inaugurazione della Pinacoteca comunale ‘Michele Lenzi’ allestita nel Castello Cavaniglia, con una dedicata alle opere del pittore bagnolese, l’altra ai quadri di Achille Martelli, Alle 18:00 taglio del nastro alla Casa di Babbo Natale e all’Ufficio Postale, dove i piu’ piccoli potranno inviare le loro letterine a Santa Claus, e ai Mercatini di Natale. ”Non possiamo che essere orgogliosi per questa prima edizione di Natale al Borgo – dicono il sindaco Teresa Di Capua e il vicesindaco Rino Ferrante – Il cartellone coniuga in maniera magistrale la presenza di artisti di notevole spessore. Le installazioni delle opere di Vallifuoco, ad esempio, trasformeranno il nostro centro storico in una mostra a cielo aperto; mentre chef di rilievo nel panorama del food italiano esalteranno con le loro ricette i nostri prodotti tipici, a partire dal tartufo nero. Tutto questo in una avvolgente atmosfera tra i mercatini natalizi, la Casa di Babbo Natale e il luccichio delle luminarie che ci accompagneranno fino al nuovo anno, come in una fiaba”.
Cronache della Campania@2019

Fonte