Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Denaro in cambio del reddito di cittadinanza, l’inchiesta di Luca Abete approda in una salumeria di Forcella


Denaro in cambio del reddito di cittadinanza, l’inchiesta di Luca Abete approda in una salumeria di Forcella

“Un servizio di Luca Abete per Striscia La Notizia ha evidenziato una nuova truffa ai danni dello Stato portata avanti grazie alla connivenza di alcuni destinatari del reddito di cittadinanza e di un negoziante del quartiere di Forcella, a Napoli. In pratica l’accordo prevede che il destinatario strisci la card presso l’esercizio commerciale, senza però acquistare nulla. Il negoziante gli consegna una quota di quanto speso in contanti, soldi non vincolati che il soggetto può spendere come crede. Un atteggiamento truffaldino e disonesto che, forse, non è limitato ad un solo esercizio commerciale”. Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte Gianni Simioli. “C’è bisogno di procedere con la massima severità nei confronti di coloro che mettono in atto delle condotte fraudolente. Non solo attraverso la revoca della misura ma con l’accertamento di eventuali responsabilità anche sul piano penale. Non è giusto che i soldi dei contribuenti siano spesi in maniera disonesta. Il reddito di cittadinanza è una misura prevista per fare in modo che i soggetti meno abbienti abbiano la possibilità di provvedere al soddisfacimento dei bisogni primari”.

Striscia la Notizia, reddito di cittadinanza
Denaro in cambio del reddito di cittadinanza, l’inchiesta di Luca Abete approda in una salumeria di Forcella. Borrelli e Simioli: “Massima severità nei confronti delle condotte fraudolente. Non è giusto che i soldi dei contribuenti siano spesi in maniera disonesta”“Un servizio di Luca Abete per Striscia La Notizia ha evidenziato una nuova truffa ai danni dello Stato portata avanti grazie alla connivenza di alcuni destinatari del reddito di cittadinanza e di un negoziante del quartiere di Forcella, a Napoli. In pratica l’accordo prevede che il destinatario strisci la card presso l’esercizio commerciale, senza però acquistare nulla. Il negoziante gli consegna una quota di quanto speso in contanti, soldi non vincolati che il soggetto può spendere come crede. Un atteggiamento truffaldino e disonesto che, forse, non è limitato ad un solo esercizio commerciale”. Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte Gianni Simioli. “C’è bisogno di procedere con la massima severità nei confronti di coloro che mettono in atto delle condotte fraudolente. Non solo attraverso la revoca della misura ma con l’accertamento di eventuali responsabilità anche sul piano penale. Non è giusto che i soldi dei contribuenti siano spesi in maniera disonesta. Il reddito di cittadinanza è una misura prevista per fare in modo che i soggetti meno abbienti abbiano la possibilità di provvedere al soddisfacimento dei bisogni primari”.
Publiée par Francesco Emilio Borrelli sur Jeudi 10 octobre 2019

Cronache della Campania@2019

Fonte


Ti piace? Condividi con i tuoi amici!