Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

La Gala nuovo comandante provinciale dei carabinieri: ‘Onorato di tornare a Napoli’


La Gala nuovo comandante provinciale dei carabinieri: ‘Onorato di tornare a Napoli’

Oggi per me si corona un sogno iniziato 37 anni fa. Diventare comandante dei carabinieri di Napoli l’aspirazione di ogni cadetto che ha studiato nella scuola militare Nunziatella di questa città”. Cosi’ il generale di brigata Canio Giuseppe La Gala che ha voluto incontrare la stampa nella caserma Pastrengo nel giorno del suo insediamento come comandante provinciale dei carabinieri di Napoli. “Il mio obiettivo e’ quello di rendere sempre piu’ stretto il legame tra Arma e cittadini”, ha spiegato. La Gala, 52 anni e due lauree, in Giurisprudenza e in Scienze della sicurezza Interna ed Esterna, ha intrapreso la carriera militare nel 1982. Dopo aver prestato servizio al Ros per 7 anni, impegnato nel contrasto alla criminalità organizzata soprattutto in Sicilia e in Calabria, ha diretto il comando provinciale dei carabinieri di Ostia e poi di Roma. Dal 2016 al 2017 e’ stato comandante provinciale di Milano. A Napoli, raccoglie il testimone dell’ex comandante Ubaldo Del Monaco. “Questo – ha sottolineato – è sicuramente l’incarico più bello che porterò avanti basandomi su tre pilastri: il massimo impegno nel contrasto alla camorra e alla microcriminalità, con una presenza dei carabinieri sul territorio sempre più visibile; l’aggressione ai beni di provenienza illecita, incidendo sempre di più su sequestri e confische; l’educazione alla legalità, partendo dalle scuole e dai giovani che sono il futuro della nostra società. Quella dei carabinieri deve essere una uniforme amica per i cittadini, dobbiamo avere attenzione soprattutto alle fasce deboli e contrastare quei reati odiosi come lo stalking e la violenza sulle donne. La cosa più bella di Napoli – ha aggiunto – sono i suoi abitanti, la loro gioia e il loro calore umano, che non è riscontrabile in nessuna parte del mondo”. Al lavoro nel comando provinciale di Napoli ci sono circa 3700 uomini e donne dell’Arma. “Lavoro con grandi professionisti – ha spiegato La Gala -, credo che questi uomini e queste donne siano soddisfacenti per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati”. La sua giornata è iniziata, in mattinata, proprio con un saluto a tutto il personale.
Il Generale di Brigata dei Carabinieri Canio Giuseppe La Gala, cinquantadue anni, coniugato con tre figli, è laureato in Giurisprudenza e in “Scienze della Sicurezza Interna ed Esterna” ed è in possesso anche del Master in “Scienze Strategiche” e quello in “Studi Internazionali Strategico-militari”.
Ha intrapreso la carriera militare nel 1982 frequentando la Scuola Militare “Nunziatella” a Napoli e poi i corsi dell’Accademia Militare di Modena e quelli presso la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma. Nel 2000 ha frequentato il 6° Corso Superiore di Stato Maggiore Interforze presso il Centro Alti Studi della Difesa.
Da Ufficiale inferiore, il suo primo incarico nel 1989 è stato quello di Comandante di Plotone del Battaglione “Campania” a Napoli Secondigliano; dal 1990 al 1994 ha ricoperto gli incarichi di Comandante delle Compagnie di Frosinone e di Policoro.
Dal 1994 al 2001 ha prestato servizio al R.O.S. dove ha maturato significative esperienze nel contrasto alla criminalità organizzata in Sicilia e in Calabria. Si è quindi specializzato nell’attività antiriciclaggio, sviluppando indagini patrimoniali tese alla confisca di beni alle organizzazioni mafiose e realizzando una pubblicazione, “Il riciclaggio di denaro. Strumenti di contrasto e misure patrimoniali”, poi utilizzata come testo di studio alla Scuola Ufficiali dove ha svolto anche attività di insegnamento a carattere non continuativo.
Da Ufficiale Superiore ha ricoperto diversi incarichi di Stato Maggiore al Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri tra cui quello di Capo Sezione dell’Ufficio Legislazione, Capo Ufficio Ordinamento, Capo Infrastrutture e Capo Ufficio del Capo di Stato Maggiore.
Tra gli incarichi territoriali ricoperti nel corso della sua carriera, è stato Comandante del Gruppo Carabinieri di Ostia dal 2008 al 2010, Comandante del Gruppo di Roma dal 2010 al 2013, Comandante Provinciale di Milano dal 2015 al 2017.
È stato insignito delle seguenti onorificenze: Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, Medaglia Mauriziana al merito di 10 lustri di carriera, Medaglia d’oro al merito di lungo comando, Croce d’Oro per anzianità di servizio, Croce di Commendatore con Spade al Merito Melitense del Sovrano Militare Ordine di Malta. Da Ufficiale Generale l’ultimo incarico ricoperto è stato quello di Comandante del Reparto Autonomo del Comando Generale dell’Arma.
Dal 9 settembre 2019 è Comandante Provinciale Carabinieri di Napoli.
Cronache della Campania@2019

Fonte


Ti piace? Condividi con i tuoi amici!