Napoletano prestava soldi con tassi del 120% a commercianti di

usura