Categorie
Cronaca Giudiziaria News Ultime Notizie

Castellammare, latitante il killer dei due boss: deve scontare 16 anni di carcere

Castellammare. Da una settimana si sono perse le tracce del ras del centro antico di Castellammare  Giovanni Savarese, 46 anni, detto  cicchiello. deve scontare 16 anni e mezzo di carcere per i due omicidi eccellenti compiuti nel 2004 ovvero quelli di Giuseppe Verdoliva l’autista e Antonio Martone. la scorsa settimana è arrivata la sentenza definitiva da parte della Cassazione sulla stagione di sangue a Castellammare del 2004 quando gli ex cutoliani usciti dal carcere si allearono con il clan dei “falsi pentiti” e con i Fasano per tentare di sferrare un nuovo attacco ai D’Alessandro. sul selciato rimasto Verdoliva, per anni l’autista del defunto padrino Michele D’Alessandro e il cognato di quest’ultimo Antonio Martone.  I due furono uccisi in due agguati differenti mentre andavano al lavoro alla Fincantieri e per questi omicidi sono stati condannati all’ergastolo i due boss Massimo Scarpa, 54 anni, soprannominato “o napulitano” e Michele Omobono, 57 anni, “o marsigliese”.E poi a 16 anni e mezzo di carcere altri tre imputati non detenuti. Raffaele Martinelli(che è stato arrestato e trasferito in carcere, in esecuzione dell’ordine di carcerazione per espiazione pena emesso dalla Pro-cura Generale di Napoli), Giovanni Savarese che invece si è dato alla macchia e quindi è latitante. Risulta ugualmente irreperibile, ma ormai dal 2012, anche l’altro coimputato, Raffaele Carolei, cugino del boss Paolo Carolei. Il pluripregiudicato del rione Moscarella è introvabile da 7 anni e potrebbe essere rimasto vittima di lupara bianca.
Cronache della Campania@2019

Fonte