Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Arrestato in Emilia il ras dei Casalesi, Salvatore Lionetti o’ zingarone


Arrestato in Emilia il ras dei Casalesi, Salvatore Lionetti o’ zingarone

Gli agenti della squadra mobile della questura di Lucca hanno arrestato questa mattina, in seguito ad un provvedimento di esecuzione di pene concorrenti, emesso dalla Procura generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Bologna, Salvatore Lionetti detto ‘O Zingarone, 42 anni, originario di San Cipriano d’Aversa  e residente a Castelfranco Emilia. L’uomo finito in carcere, collegato al clan camorristico dei Casalesi, è stato fermato mentre si trovava a Lucca. Sono in corso indagini per accertare i motivi della presenza nella città toscana. Nel provvedimento vengono cumulate sette sentenze definitive per vari reati che vanno dalla ricettazione, alla detenzione di sostanze stupefacenti, detenzione di armi e estorsione aggravata dal metodo mafioso. I reati sono avvenuti nella zona di Castelfranco Emilia, Modena e Pavullo Frignano nel periodo tra il 2009 e il 2017. Salvatore Lionetti detto ‘O Zingarone deve scontare una pena definitiva di 12 anni, 5 mesi e 23 giorni di reclusione e deve pagare 10 mila euro di multa. Gli agenti della squadra mobile della questura di Lucca hanno arrestato questa mattina, in seguito ad un provvedimento di esecuzione di pene concorrenti, emesso dalla Procura generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Bologna, Salvatore Lionetti detto ‘O Zingarone, 42 anni, originario di San Cipriano d’Aversa (Caserta) e residente a Castelfranco Emilia. L’uomo finito in carcere, collegato al clan camorristico dei Casalesi, è stato fermato mentre si trovava a Lucca. Sono in corso indagini per accertare i motivi della presenza nella città toscana. Nel provvedimento vengono cumulate sette sentenze definitive per vari reati che vanno dalla ricettazione, alla detenzione di sostanze stupefacenti, detenzione di armi e estorsione aggravata dal metodo mafioso.
Cronache della Campania@2019

Fonte


Ti piace? Condividi con i tuoi amici!