Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Marco Di Lauro era con la moglie: la casa di Chiaiano da tempo sotto osservazione


0
40

Ad arrestare il superboss Marco Di Lauro, oggi pomeriggio a Napoli, sono stati poliziotti, carabinieri e finanzieri in una operazione coordinata dalla Dda guidata dal procuratore Melillo. Salutati come eroi, con applausi e cori d’incitamento, chiudono un lavoro di ricerca durato 14 anni. La zona dove si trova alloggio dove è stato trovato oggi Marco Di Lauro era da tempo sotto la stretta osservazione delle forze dell’ordine. Gli investigatori sapevano che il rampollo del potente clan del quartiere Secondigliano non poteva essere molto lontano, Infatti via Emilio Scaglione, la lunga strada che conduce verso la cintura a nord di Napoli, é ad appena una manciata di chilometri dal quello che era il quartiere generale del clan. Oggi avuta la certezza che l’uomo era in casa, con la moglie,  polizia e carabinieri sono entrati in azione concludendo il blitz in pochissimo tempo. Asia, Sudamerica, Emirati Arabi ed Europa: lo hanno cercato dovunque ma alla fine era a Napoli a due passi dal suo quartiere di Secondigliano, in un’abitazione del quartiere Piscinola-Chiaiano in via Emilio Scaglione. Cosi è finita la latitanza di Marco Di Lauro, inserito nell’elenco dei ricercati del Ministero dell’Interno al secondo posto subito dopo Matteo Messina Denaro. Oggi ha 38 anni ma era solo un ragazzo quando fece perdere le sue tracce, 14 anni fa nel corso della “notte delle manette” quando mille uomini dello Stato invasero i quartieri Scampia e Secondigliano coadiuvati dagli elicotteri ed eseguirono 53 ordinanze. Ricercato anche in campo internazionale, secondo gli inquirenti, Marco Di Lauro avrebbe intrapreso la ricostruzione del clan guidato dal padre Paolo Di Lauro detto Ciruzzo o’ Milionario.  Marco Di Lauro, 38 anni, e’ latitante del 7 dicembre 2004, quando si sottrasse a un maxi-blitz, era ricercato per associazione a delinquere di stampo mafioso e diversi altri reati. Dal 17 novembre 2006 era ricercato anche in campo internazionale perché il suo nome era stato inserito nella lista dei latitanti di massima pericolosità. E’ il quarto figlio del boss Paolo Di Lauro, detto Ciruzzo ‘o milionario, storico capo dell’omonimo clan di Secondigliano. Era sfuggito alla cattura delle forze dell’ordine in due diversi blitz, a dicembre 2016 e a marzo 2017.
“Su questa indagine sono anni che la Polizia di Stato e l’Arma dei carabinieri si stanno spendendo”. Lo ha detto il questore di Napoli, Antonio De Iesu che é sceso in strada per salutare gli uomini che hanno condotto l’operazione che ha portato all’arresto, nel pomeriggio di oggi, di Marco Di Lauro, il rampollo del clan di Secongliano latitante da circa 15 anni. “Il procuratore Melillo ha sempre seguito in prima persona queste indagini”, ha aggiunto De Iesu.


Ti piace? Condividi con i tuoi amici!

0
40