Categorie
Cronaca Nera News Ultime Notizie

Centri di riabilitazione onlus sequestrati in Irpinia, bloccati i conti della moglie di De Mita

La Guardia di Finanza di Avellino, su disposizione della Procura del capoluogo irpino, ha sequestrato le strutture della onlus Aias operanti nel settore della riabilitazione nei comuni di Nusco e Calitri. I sigilli sono scattati nella tarda mattinata e fanno seguito alla chiusura del centro Aias di Avellino, avvenuta lo scorso mese di febbraio per iniziativa della Asl, per carenze igienico-sanitarie. La motivazione dello stop imposto in Alta Irpinia sarebbe riconducibile alle attivita’ legate all’ex presidente dimissionario dell’Aias, Gerardo Bilotta, e alla presidente dell’Associazione “Noi con Loro”, Anna Maria Scarinzi, (moglie di Ciriaco De Mita) ai quali sono stati posti sotto sequestro i rispettivi conti correnti. Il blitz di oggi aggiunge un altro capitolo all’inchiesta aperta dal Procuratore della Repubblica di Avellino, Rosario Cantelmo, che vede dieci indagati a vario titolo, tra questi Bilotta e Scarinzi, per false fatturazioni, riciclaggio e associazione a delinquere. In particolare, gli inquirenti indagano su fatture per 817 mila euro a favore di un bar e di una societa’ di informatica emesse dall’Aias di Avellino a cui l’associazione “Noi con Loro” aveva fittato da anni le strutture nelle quali venivano svolte le attivita’ sanitarie e ambulatoriali. Un altro fronte dell’inchiesta, riguarda la situazione contabile dell’Aias, che nel frattempo e’ stata commissariata dai vertici nazionali, nella quale spiccano 5 milioni di debiti accumulati nei confronti di Inps e Agenzia delle Entrate. Dopo la chiusura del centro di Avellino, i 280 pazienti, adulti e bambini con patologie dello spettro autistico e alle prese con attivita’ riabilitative post ischemiche, sono stati trasferiti e presi in cura da centri e ospedali della Asl di Avellino. I 150 dipendenti dei tre centri Aias, soltanto di recente hanno ottenuto il pagamento di tre mensilita’ dopo oltre sette mesi senza stipendio.

Cronache della Campania@2018