Categorie
Cronaca Nera Ultime Notizie

Camorra, l’espansione dei nuovi Mazzarella dietro gli ultimi fatti di sangue nel centro di Napoli

Ci sarebbe il nuovo ras emergente del Mazzarella dietro gli ultimi fatti di sangue che riguardano il centro di Napoli. Gli investigatori stanno seguendo una pista precisa anche sulla sparatoria di venerdì contro la polizia in piazza Calenda a Forcella.
Si cerca un Honda Sh di colore nero. Gli investigatori hanno anche il numero di targa impresso nei frame delle telecamere di video sorveglianza pubblica. Qualora chi ha fatto fuoco l’altra notte contro gli agenti non ha agito con uno scooter rubato o con targa alterata dovrebbe avere le ore contate. Gli investigatori sono convinti che quel raid era l’ennesimo segnale di sfida dei Mazzarella ai gruppi di Forcella dei Giuliano e dei Sibillo.
Quella che sta accadendo nelle ultime settimane è una vera e propria escalation di violenze e di segnali di forza da parte del novo ras dei Mazzarella con sede a San Giorgio a Cremano.
A partire dal tentato omicidio di Raffaele Giuliano all’esterno della discoteca a Coroglio due settimane fa ma anche le stese e i ferimenti tra Forcella, Case Nuove e il mancato agguato al fratello del boss Ciro Rinaldi “Myway”. Nel mirino dei Mazzarella oltre ai Rinaldi, ai Giuliano e ai Sibillo sono finiti anche i mauro delle Case Nuove. Una situazione esplosiva che le forze dell’ordine stanno monitorando con costante attenzione.
L’avvicinarsi delle feste natalizie e l’aumento delle richieste del “pizzo di Natale” sta alimentando sempre di più la tensione. Nel mirino non solo tutti i commercianti e gli imprenditori lungo l’asse San Giovanni a Teduccio-Forcella ma anche tutti gli operatori dei mercati rionali fino alla Maddalena compresi quelli del Buvero di Sant’Antonio visto l’accordo che si sarebbe stato con i Contini.